Costa Etrusca
  • #
  • #
  • #
  • #

Costa Etrusca

Periodico di informazione cultura e attualita'

LA STORIA

Il giornale Costa Etrusca esce per la prima volta in edicola l'11 luglio 1962 per volontà del fondatore e direttore Ivio Barlettani e degli amici giornalisti Aulo Taddei e Franco Biegi. Si presenta con la tipica veste grafica a lenzuolo con la foliazione di sei pagine. Sin da subito i testi vengono accompagnati da illustrazioni, fotografie e disegni. I punti di forza del giornale sono la cronaca, gli approfondimenti, le inchieste e i commenti. Si crea un forte legame tra i lettori, la testata e il proprio contesto territoriale: Piombino e appunto l'intera costa etrusca.
Così Ivio Barlettani scrive nel suo primo editoriale dell'11 luglio 1962: «… Andiamo incontro al giudizio dei lettori con estrema fiducia. Contiamo fermamente sulle nostre forze che abbiamo messo al servizio dell'idea, con tutta la volontà di cui fermamente ci siamo muniti. Coltiviamo il modesto umano desiderio di riuscire a far centro, perché l'unica nostra effettiva ambizione è quella di aver creato un giornale che, sotto la bandiera dell'indipendenza, si inserisca con successo nell'eccezionale sviluppo di questa nostra meravigliosa costa etrusca, lanciata sempre più verso pacifiche conquiste economiche di enorme risonanza nazionale e internazionale».
Tanti anni ormai sono passati, ma oggi come ieri, Costa Etrusca è presente con la stessa forza e consapevolezza, con l'obiettivo di ascoltare i fermenti della società e cogliere i segnali del suo cambiamento. Stimolare il dibattito tra punti vista differenti, nel rispetto di una cultura della democrazia, della trasparenza e dell'informazione libera.